LUCIO GIORDANO/POLITICA/PRIMA PAGINA

DENNIS VERDINI DI NUOVO IN TRIBUNALE. E SE IL GOVERNO RENZI SI DIMETTESSE?

DI LUCIO GIORDANO Dunque Dennis Verdini è stato rinviato nuovamente a giudizio. Stavolta il senatore di Forza Italia, uomo di fiducia di Silvio Berlusconi e coordinatore del suo partito, andrà a processo il 9 gennaio prossimo , per  una vicenda legata a una plusvalenza di 18 milioni di euro nella compravendita di un immobile in … Continua a leggere

LUCIO GIORDANO/POLITICA/PRIMA PAGINA

PD: MEGLIO AVERE IL 25% . MA CHE SIA DAVVERO DI SINISTRA

DI LUCIO GIORDANO Dice Francesco Boccia: “Va bene prendere i voti di destra convincendoli da sinistra ma se li convinciamo con politiche di destra allora c’è qualcosa che non va. E ricordiamoci che il conto prima o poi arriva”. Ecco: se finanche Francesco Boccia, ripeto Francesco Boccia,  arriva a sostenere questo, vuol dire che davvero … Continua a leggere

LUCIO GIORDANO/POLITICA/PRIMA PAGINA

IL FALCO KATAINEN PRESCRIVE LA RICETTA. MA SE PRENDE LA SUA MEDICINA, L’ITALIA MUORE

DI LUCIO GIORDANO Forse Jyrki Katainen ha la memoria corta. E allora, gliela rinfreschiamo noi: con  alcuni dati che riguardano il suo paese, da lui ha guidato dal 2011 al 2014. Disoccupazione passata dal 7.4 al 7, 9 in pochi mesi. E poi  il pil in calo costante, la Nokia, la più grande azienda finnica, che … Continua a leggere

LUCIO GIORDANO/POLITICA/PRIMA PAGINA

ALLA FESTA DEL PD, RENZI DICE ADDIO ALLA SINISTRA

DI LUCIO GIORDANO In una festa di partito con ampi spazi vuoti, Matteo Renzi mette una pietra al collo alla sinistra del Pd. E annuncia con  tono arrogante, “Non mollo di mezzo centimetro. Non accettiamo lezioni da tecnici della prima Repubblica”, aggiungendo  che per le rivincite  la sinistra dem dovrà attendere il 2017 . Matteo sa bene che invece il suo destino da presidente del consiglio è sempre più incerto. Lo sa bene perchè Renzi è apparso nervoso, quasi contrariato che a Bologna non ci … Continua a leggere

LUCIO GIORDANO/POLITICA/PRIMA PAGINA

POVERO ANGELINO . CON LO SCIOPERO DELLE FORZE DELL’ORDINE, ALFANO E’ FINITO IN UN CUL DE SAC

DI LUCIO GIORDANO Non vorrei trovarmi nei panni del povero Angelino Alfano. Tirato per la giacchetta dai suoi, che vorrebbero sbloccare i contratti  delle forze dell’ordine, attonito di fronte ai me ne frego di Matteo Renzi, l’attuale ministro degli interni segue la scia del presidente del consiglio pur di non rinunciare alla poltrona che occupa e … Continua a leggere